PRENOTA QUI LA TUA VIDEOCALL GRATUITA

Come velocizzare il tuo sito in WordPresse e in Divi

da | Ott 5, 2020 | WordPress

Sai che per essere considerato veloce, il tuo sito web dovrebbe avere un tempo di caricamento massimo di 3 secondi? Quindi capisci che se pensi che il tuo sito sia abbastanza veloce, in realtà non lo è. O perlomeno non è considerato tale dai motori di ricerca e dal circa 70% di utenti – che abbandonano la pagina dopo i 3 secondi di caricamento (dati riferiti a pagine mobile: fonte Thinkwithgoogle.com).

Come velocizzare sito wordpress divi

È molto facile rendere un sito web lento, facilissimo con WordPress, installando plugin per ogni cosa, caricando immagini senza badare al peso, incorporando video pesanti, ecc. Non perché è WordPress, ma perché WordPress è aperto un pubblico vasto, non ai soli addetti ai lavori. Di conseguenza molti utenti di WordPress non hanno idea dell’importanza dell’ottimizzazione delle immagini, ad esempio.
Vediamo in questo post come velocizzare un sito in WordPress. Vedremo come, con qualche accorgimento, si possa ottenere un sito veloce. La mia esperienza si basa per lo più su siti web in cui vi è installato il tema Divi, e con i quali, seguendo questi passaggi, ho ottenuti ottime prestazioni.

Cos’è che rallenta un sito web?

Ci sono alcune azioni che rallentano il sito che ormai conoscono tutti, come ad esempio il peso delle immagini che vengono caricate sul sito. Ma ci sono siti in cui non basta fare attenzione al peso delle immagini, perché magari hanno 25 plugin attivi, che sono troppi per un sito e di sicuro un po’ lo rallentano, e inoltre molti di questi effettuano chiamate da o a siti esterni.

A volte invece il problema non dipende dal sito stesso ma dal web hosting che lo ospita. Esistono web hosting che sono ottimizzati apposta per rendere siti in WordPress al massimo delle prestazioni e altri che non aggiornato regolarmente i propri software, causando rallentamenti o problemi ai nostri siti in WordPress aggiornati all’ultima versione.

Strumenti per misurare le performance del tuo sito

Come prima cosa andrebbe effettuato un test sulle prestazioni del sito. Ma come misurare le performance del tuo sito, per iniziare a capire se e quanto ha bisogno di un intervento?
Ecco un elenco di strumenti che troverai online, dove effettuare un test gratuito del tuo sito web:

  • Pagespeed insight di Google, che offre, oltre a un valore numerico riguardo velocità di caricamento e prestazioni, una serie di consigli step by step su come migliorare il punteggio
  • Pingdom, molto simile a Google Pagespeed, offre anche questo tool alcuni suggerimenti da seguire per migliorare le prestazioni del sito web
  • GTMetrix, anche questo tool fornisce un punteggio, ma in lettere. Offre ottimi consigli per farti capire cosa non sta funzionando nel tuo sito, in quale ambito (server, immagini, ecc.) e quindi risolverlo.

Come migliorare le prestazioni – Hosting, CDN e immagini

Il primo passaggio è sicuramente verificare che il proprio web hosting sia performante e ottimizzato per aiutare il nostro sito in WordPress a raggiungere le massime prestazioni, altrimenti ogni nostro sforzo avrà una resa molto più bassa del dovuto.
Su questo punto Siteground è sicuramente uno dei migliori web hosting, con PHP e MySQL sempre aggiornati, offre un’assistenza dedicata a WordPress e ha sistemi di cache già a livello di server per rendere più veloci le operazioni dei siti web.
Siteground è uno dei più conosciuti web hosting che offre tutti questi servizi e che ha anche pacchetti hosting dedicati ai siti in WordPress.
Oltretutto ha da poco inaugurato una partnership proprio con Elegant Themes, per rendere i siti web con Divi ancora più performanti se ospitati su Siteground.

Un’altro grande aiuto può essere dato dall’utilizzo del CDN, Content Delivery Network.
Cos’è? Si tratta di una rete di server che distribuisce i contenuti del tuo sito in base al luogo da cui vengono richiesti. I contenuti del tuo sito vengono duplicati su più server sparsi per il mondo e distribuiti in base alla zona che li richiede, così la velocità in pratica si raddoppia. Con Siteground si ha l’utilizzo gratuito del CDN Cloudflare incluso nel pacchetto hosting, e consiglio di attivarlo subito, perché la differenza è notevole.

Finora abbiamo visto cosa possiamo fare per migliorare le performance del sito, riguardo il server.
Ora passiamo ad elementi legati ai contenuti veri e propri del sito web. Uno dei primi punti su cui possiamo intervenire – anzi dobbiamo – è sulle immagini, uno dei motivi di lentezza del proprio sito web più gettonati in assoluto.

Alla base ci dovrebbe essere sempre un’ottimizzazione delle immagini che vogliamo caricare sul sito. Per ottimizzazione intendo il salvataggio dell’immagine specifico per il web: formato, peso e dimensioni. Non tutti utilizzano Photoshop, che offre il comando Salva per il web, quindi consiglio un’app per Mac ImageOptin, che comprime le immagini quasi senza perdita di qualità oppure un tool online che si chiama ResizeImage. Il consiglio è di non salvare mai in png, ma sempre in jpg.
Se si hanno già immagini precaricate sul proprio sito web, di cui si vuole fare un’ottimizzazione, allora c’è il plugin EWWW Image Optimizer che lo fa (e che funziona anche con le nuove immagini che andiamo a caricare).

Come migliorare le prestazioni – Plugin di WordPress

Esistono alcuni plugin che fanno davvero la differenza e che secondo me ogni sito in WordPress dovrebbe avere. Oltre a EWWW Image Optimizer, che consiglio di installare se si usano molte immagini o se le immagini devono avere una buona qualità (ad esempio nei siti web del settore Wedding), ci sono dei plugin che agiscono più che altro sulla cache e sulla compressione di alcuni file javascript e css.

Se il sito web si trova sui server di Siteground, allora primo fra tutti c’è il loro stesso plugin SG Optimizer (se installi WordPress con il loro strumento One Click – qui trovi i passaggi per farlo – troverai questo plugin già installato nel tuo nuovo sito), che abbinato all’attivazione della memcache dal tuo pannello di controllo su Siteground, ti darà grandi soddisfazioni sulle performance del tuo sito, ancor di più se il sito è di nuova creazione. Inoltre avrai anche una comoda schermata in amministrazione dove poter verificare Pagespeed Insight di Google!

Però devo ammettere che per alcuni siti web (quelli un po’ più datati, ho notato) non mi ha fatto ottenere gli stessi risultati che ho ottenuto invece con Autoptimize, altro plugin che straconsiglio. Con Autoptimize ad esempio si possono mettere in preload alcuni file che altrimenti rallentano il caricamento della pagina.
Per le configurazioni di Autoptimize rimando a questa semplice guida in italiano.

Ricapitolando: Passaggi per velocizzare il sito.

Se il tuo sito è nuovo, il mio consiglio più sincero è di attivarlo su Siteground, seguendo i passaggi per l’installazione one click e lasciando attivo il loro plugin SG Optimizer. Se non lo carichi di immagini, o se lo fai ma responsabilmente (come spiegato più sopra) vedrai che andrà benone!

Se il tuo sito è già esistente, allora segui questi semplici passi:

1. Fai una prova su Google Pagespeed Insight o altri tool che ti ho segnalato sopra e, al di là del punteggio su mobile e su desktop, controlla quali sono gli aspetti che ti vengono segnalati da migliorare
2. Controlla la lista dei tuoi plugin e fai pulizia, disattiva quelli che non usi, o meglio eliminali! Tieni conto di un massimo di 15 plugin, meno ne hai e meglio è.
3. Ottimizza le immagini (con EWWW Image Optimizer) già presenti e abituati a caricarle già ottimizzate
4. Installa il plugin Autoptimize e segui la configurazione migliore per il tuo sito, facendo più volte il test su Pagespeed Insight

Credo di aver scritto tutto, ma ricorda: se non vuoi badare tu a questi aspetti tecnici, quello che fa per te è il pacchetto Manutenzione WordPress, così con un canone annuale, mi occuperò io del tuo sito in WordPress mantenendolo sempre in salute, aggiornato e con il salvataggio di backup mensili.